THE COOKE LOOK @ TDC17

 

– Welcome Cooke Optics at the 2017 TDC CineCampus/// Benvenuta Cooke Optics al CineCampus di TDC17//

We are delighted to exchange a few words with a long time TDC friend, Carey Duffy, now European Sales Director at Cooke Optics. 

– What is your position at Cooke? What is your professional background prior to joining Cooke?

I am the European Sales Director at Cooke Optics Ltd. Before I came to work for Cooke Optics at the start of last year my background for the past 25 years was in Camera Filters. I previously worked as Technical Director for Tiffen UK and prior to that as Managing Director of South London Filter Ltd the only camera filter specialist company in Europe renting, selling, designing and educating cinematographers about all things camera filter,

Can you briefly tell us about Cooke and its role in the history of cinema worldwide?

Virtually all of the movies made in Hollywood during the first half of the 20th century were shot with Cooke lenses. The Cooke Speed Panchro lens made talking pictures viable, as well as Technicolor cameras. For over 100 years, Cooke has been at the center of the filmmaking business. The company’s founder, William Taylor, had a philosophy: don’t do what everyone else does, go out for something new. That philosophy is alive today at Cooke Optics. We design and build what the filmmaker needs and we learn through ongoing conversations with Cinematographers. Our factory in Leicester, England has generations of craftspeople from the same family working side-by-side, and that tradition has held true since the late 1800s. In 2013, a life time achievement Science and Technology Oscar was awarded to Cooke “for helping to define the look of motion pictures over the last century.” I encourage people to take a look at the historic timeline at CookeOptics.com to see the extent of Cooke’s involvement in the filmmaking industry by decade. It’s really very interesting. Cooke even made the first viable zoom lens for cinematography as well. You will see it there. http://www.cookeoptics.com/t/history.html

– What can you tell us about the celebrated “Cooke” look?

At the heart of what makes Cooke special is the “Cooke Look”. The Cooke Look® is a nuanced look that is described differently by individual Cinematographer, but I think the best description is this: Cooke lenses offer a smooth roundness and dimensionality to the picture and for the velvety skin tones that flatter.

What are the most wanted Cooke lenses nowadays?

We have a very healthy back order book and each one of our current prime lens series, Anamorphic/i, 5/i, S4/i & miniS4/i are sought after. We have always had a waiting list. Our newest product is a modern redesign of the original Cooke Speed Panchro, because of the high demand for that original look, because the old Speed Panchros continue to be used today on various productions. It’s like The Cooke Look but more so with modern glass and state of the art mechanics. No need to search for spare parts for the old Speed Panchro you bought on eBay any longer.

What is the current state of anamorphic lensing?

Very good. We continue to add products to our Anamorphic lens family. We recently introduced the Anamorphic/i SF, or “Special Flair”lens that enhances the characteristic anamorphic flares lens types. This lens series is meant to complement our standard Anamorphic/i series. The look offers the same anamorphic artifacts but more so, so you have another creative option to explore. We also have the Anamorphic/i 35-140 zoom at T3.1 with a second zoom coming shortly, which has pre release spec’s of 45-405, T stop TBC.

How the digital switch has affected Cooke?

The digital acquisition world has turned our business upside down. Digital is such a flat boring medium that craves character. Cinematographers pass the light they have crafted through a lens. This is why their lens choice is so paramount. As more and more people come to realize just how important glass is in that process the more they come to realize just what our lenses offer. The process of moving images coming to life through Cooke lenses is what drives our business. So has digital affected Cooke you ask…. sure thing and all to the positive.

Why have you decided to join TDC as a technical partner?

TDC is an extremely important Campus and I had been involved with it when working for my previous employer. I feel that such an intensive campus environment is the right place for Cooke Optics to be a support off. We are a known worldwide for our optics but in reality we are a very small company producing a small number of high quality lenses. TDC gives us an opportunity to meet, discuss, debate and socialize with a new international collection of young Cinematographers who we hope will continue their cinematographic journey and enhance it by understand our lenses and philosophy. Without the next generation we can’t move forward.

What is Cooke policy towards young and upcoming filmmakers?

We try to educate and support where we can. Our products are available worldwide from rental houses. We engage in workshops, seminars and trade shows all over the globe. However as I previously mentioned we are a small company and my remit for instance is Europe. That means I am the sales contact for all European customers be they a rental house or an individual Cinematographer. That’s why this event gives me an opportunity to come face-to-face with so many new Cinematographers. We do not have an endless supply of demo equipment because we are always back ordered. I don’t think our customers would be happy if we took longer to supply them so we could manufacture more demo stock –we are a business, after all. So I hope the young cinematographers who attend TDC take this opportunity of learning as much as they can from the lenses we bring along.

carey-fd-times-copy

 

Abbiamo avuto piacere di realizzare una breve intervista con Carey Duffy, un vecchio amico di TDC, oggi Direttore Vendite per l’Europa di Cooke Optics.  

– Qual’e’ il suo ruolo in Cooke? Quale e’ il suo background professionale precedente al suo arrivo in Cooke?

Sono il Direttore vendite per l’Europa di Cooke Optics Ltd. Il mio arrivo in questa azienda e’ avvenuto l’anno scorso, dopo aver maturato una esperienza di circa 25 anni nel settore dei filtri per le macchine da presa. Precedentemente ero Direttore Tecnico di Tiffen UK ed ancor prima Direttore Operativo di South London Filter Ltd, la prima ed unica azienda europea specializzata nel noleggio, vendita, progettazione dei filtri, e che svolgeva anche attivita’ di formazione per i direttori della fotografia.

Ci puo’ raccontare brevemente chi e’ Cooke e qual’e’ stato e continua ad essere il suo ruolo nella storia del cinema mondiale?

Possiamo dire che tutti i film prodotti ad Hollywood nella prima meta’ del XX secolo furono girati con ottiche Cooke. E le lenti Cooke Speed Pancro fecero la storia dei primi film sonori, cosi’ come le macchine da presa Technicolor. Da oltre cento anni, Cooke e’ stata protagonista dell’industria cinematografica. Il fondatore dell’azienda, William Taylor aveva una filosofia chiara: non facciamo quello che fanno gli altri, ma proviamo sempre ad essere differenti. Quella filosofia ispira ancora oggi Cooke. Progettiamo e costruiamo quello di cui i cineasti hanno bisogno ed incorporiamo i suggerimenti che riceviamo dai direttori della fotografia con cui abbiamo un rapporto continuo di scambio. La nostra fabbrica di Leicester, in Inghilterra, ha impiegato generazioni di lavoratori provenienti dalle stesse famiglia fin dalla fine del XIX secolo. Nel 2013 l’Academy ha premiato Cooke con un Oscar tecnico “per aver contribuito a definire il look del cinema durante tutto il secolo scorso”. Invito i lettori a visitare il nostro sito CookeOptics.com per farsi una idea piu’ precisa dell’immenso impatto delle ottiche Cooke sulla storia del cinema, decennio dopo decennio. E’ davvero una lettura molto interessante. Senza dimenticare che Cooke realizzo’ pure la prima ottica con tecnologia zoom mai impiegata su un set cinematografico. Per approfondimenti, questo e’ il link: http://www.cookeoptics.com/t/history.html

Cosa puo’ dirci del tanto celebrato “Cooke look”?

Al cuore di cio’ che rende Cooke speciale e’ proprio il “Cooke look”.  The Cooke Look® e’ un look sfumato che probabilmente ciascun direttore della fotografica descriverebbe in maniera differente. Penso che la miglior definizione e’ la seguente: Le ottiche Cooke garantiscono una speciale rotondita’ e una morbida voluminosita’ alle immagini, rendendo un piacevole tono vellutato all’incarnato degli attori.

Quali sono oggi le ottiche Cooke piu’ richieste?

Tutte le serie di ottiche fisse – Anamorphic/i, 5/i, S4/i & miniS4/i – sono molto richieste ed abbiamo un registro di ordini arretrati molto in salute. Abbiamo sempre avuto una lista di attesa per tutti i nostri obiettivi. Il nostro ultimo prodotto e’ una rivisitazione moderna dell’originale Cooke Speed Panchro, proprio a causa della forte domanda per quel tipo di look originale e perche’ le vecchie Speed panchro continuano ad essere utilizzate oggi in molte produzioni.

Si tratta del Cooke look riprogettato con ottiche piu’ moderne e meccanica all’avanguardia. Cosi’ non ci sara’ piu’ bisogno di cercare su eBay pezzi di ricambio per I vostri vecchi set di Speed Panchro!

– Qual’e’ lo stato dell’arte delle ottiche anamorfiche?

Molto buono. Continuiamo ad aggiungere nuove uscite alla nostra famiglia di ottiche anamorfiche. Abbiamo recentemente introdotto la serie Anamorphic/i SF, anche dette ottiche “Special Flair” perche’ rafforza gli effetti di flare tipici delle ottiche anamorfiche. Questa serie e’ intesa come complementare alla nostra serie standard Anamorphic/i, alla quale offre una opzione creativa alternativa tutta da esplorare. Abbiamo anche lo zoom Anamorphic/i 35-140 zoom a T3.1 ed un secondo zoom di prossima uscita (45-405mm, T-stop ancora da confermare).

– Qual’e’ stato l’impatto del digitale sulla vostra azienda?

I sistemi digitali per l’acquisizione delle immagini hanno messo sottosopra tutta l’industria. Il digitale come supporto di acquisizione in se’ e’ cosi’ piatto che necessita ancor piu’ carattere. I direttori della fotografia catturano la luce che hanno creato e modellato attraverso una lente, ecco perche’ la scelta delle ottiche e’ tanto importante. Quanta piu’ gente inizia comprendere l’importanza della scelta delle ottiche in questo contesto tanto piu’ si diffonde la conoscenza e consapevolezza delle caratteristiche uniche delle nostre ottiche. Dare vita alle immagini in movimento e’ quello che, al nocciolo, ispira la nostra impresa. Quindi direi che se ci chiedete se il digitale ha avuto effetti sui nostri prodotti direi proprio di si’…e tutti in positivo.

Perche’ avete deciso di diventare Partner tecnico di Terre di Cinema?

TDC con il suo CineCampus e’ un programma estremamente importante ed io ero gia’ stato coinvolto con l’azienda per la quale lavoravo precedentemente. Sento che la cornice in cui si svolgono le intense attivita’ di TDC siano per Cooke il posto giusto in cui essere e dare un sostegno. Noi siamo rinomati in tutto il mondo per I nostri obiettivi, ma oggettivamente siamo una piccola azienda che produce un numero limitato di ottiche di alta qualita’.  TDC ci da l’opportunita’ di incontrare, discutere, scambiare opinioni e socializzare con una bella selezione internazionale di giovani direttori della fotografia e cinemasti che ci auguriamo possano sviluppare i loro percorsi cinematografici futuri grazie anche alla comprensione delle nostre ottiche e della nostra filosofia. Senza la prossima generazione di cineasti non potremmo andare avanti.

– Qual’e’ la politica aziendale di Cooke nei confronti dei giovani filmmaker?

Proviamo a formarli ed a fornire loro piu’ sostegno possibile. I nostri prodotti sono disponibili nei principali noleggi cinematografici del pianeta. Siamo costantemente impegnati in workshop, seminari e fiere in giro per il mondo. Tuttavia, come dicevo prima, siamo una piccola azienda e, ad esempio, il mio ambito professionale di intervento e’ esclusivamente l’Europa. Cio’ significa che io sono la persona di riferimento per tutti i clienti europei, sia che si tratti dei noleggi che dei singoli direttori della fotografia. Ed infatti TDC mi da l’opportunita’ di poter incontrare di persona con tanti nuovi direttori della fotografia. In effetti non abbiamo una riserva infinita di prodotti demo a disposizione, perche’ abbiamo sempre ordini arretrati da soddisfare. Temo che i nostri clienti non sarebbero contenti se allungassimo i tempi di consegna per avere la possibilita’ di produrre piu’ demo – alla fine dei conti siamo una azienda privata, che deve fare profitti. Cosi’ spero davvero che i giovani direttori della fotografia che parteciperanno a Terre di Cinema sfruttino a pieno l’opportunita’ di poter imparare quanto piu’ possono dalle serie demo che porteremo li’.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...